Approfondimenti

Curiosità e segreti dal mondo HO.RE.CA. e non solo

Condividere i progressi con il personale, genera feedback positivi e fiducia. Qualche consiglio

Il momento più che mai richiede l’apporto del personale, del team di lavoro del nostro locale. L’esatto contrario di tagli e riduzioni. Rafforzare la squadra non nei numeri ma nel coinvolgimento e nella condivisione delle scelte per il futuro. Scelte strategiche che solo un personale fedele, coinvolto e motivato può condividere. Perché il Covid ha cambiato anche il modo di fare convivialità. Basti pensare come una mascherina, da parte di chi in sala dovrà accogliere i clienti, imponga una nuova espressività, facendo sentire sicuri senza rinunciare alla buona accoglienza. La gestualità è ridotta, il sorriso scomparso, ma gli occhi dovranno imparare a compensare. Anche il senso di sicurezza che inevitabilmente è ridotto, dovrà essere compensato da un’accoglienza ancora più vera e da informazioni che tranquillizzino. E il richiamo ad indossare la mascherina dovrà continuare, a garanzia di serietà e rispetto delle regole da parte del locale.

Tutto questo è nuovo per noi e per i nostri dipendenti. Per questo alla formazione oggi e all’aggiornamento continuo, non si può e non si deve rinunciare, malgrado tutto. Quello che in questo momento storico sembrerebbe un ulteriore pesante investimento economico da affrontare, è invece una delle principali leve della motivazione. Le prescrizioni in tema di sicurezza per chi sta in sala, chiedono di essere illustrate, esperenziate e, non ultimo, monitorate nei risultati per poterle migliorare, migliorando così anche l’esperienza di chi è a contatto diretto col cliente o di chi sta dietro il bancone di un bar. Stesso discorso per chi sta in cucina ed ha bisogno di aggiornare le valutazioni in tema di sicurezza sulla preparazione dei cibi.

E’ importante condividere i nuovi obiettivi del locale (dalla sicurezza, alle nuove modalità di pagamento e di somministrazione, alle prenotazioni) con i dipendenti, per far capire loro l’importanza e il valore del lavoro che stanno facendo. Se poi il cambiamento post pandemia chiede di rivedere ruoli o turni, è ancora più decisivo parlarne prima, condividere le criticità, mostrare fiducia nelle soluzioni proposte.

Anche la condivisione sui progressi (aumento del fatturato nel mese, nuovi clienti e nuove richieste dal mondo dell’asporto e del delivery) è un ottimo incentivante per chi lavora con noi. Anzi rendere i propri dipendenti partecipi degli obiettivi aziendali, significa trasmettere quanto il ruolo da loro ricoperto sia fondamentale per poterli raggiungere.

Ma come fare nella routine quotidiana a trovare questi momenti, quando i turni, il ritmo incalzante degli orari e delle incombenze da risolvere, non lasciano spazio a molto altro? Trovare il tempo per riunioni fuori dall’orario di lavoro, anche a costo di scontentare qualcuno, è decisivo. Investire nella motivazione del personale, in questo momento è particolarmente importante.

Più il livello di coinvolgimento sarà alto, più i feedback saranno positivi. Non esitate a chiedere anche suggerimenti ai vostri collaboratori e ricordate di far sapere cosa ha funzionato grazie al loro contributo. Anche la percezione della crisi e dell’incertezza di questa difficile situazione, non rimarrà invariata. Da questa interazione ne potranno derivare solo miglioramenti.