Approfondimenti

Curiosità e segreti dal mondo HO.RE.CA. e non solo

Dal Nord Italia, i capolavori di gusto scelti da ZONA. Dalle carni DOP ai bianchi del Nord Est

parma

Il nostro viaggio tra sapori e culture gastronomiche che raccontano territori e aziende di produttori agricoli, prosegue verso Nord alla scoperta delle aziende scelte da ZONA per qualità e autenticità. Dopo la Toscana e il suo circuito virtuoso, la ricca tradizione gastronomica dell’Emilia Romagna, ci conquista con i suoi salumi, prodotti d’eccellenza a cui spesso risulta attribuita la prestigiosa DOP. A Parma ZONA sceglie l’alta gastronomia del Prosciuttificio Bedogni coi crudi di Parma e le specialità di una provincia che proprio nei crudi vanta una secolare tradizione. La pancetta supercoppata ma soprattutto il prosciutto disossato Bedogni, nascono a Langhirano dove il microclima crea le condizioni uniche per produrre e stagionare il prosciutto di Parma e la nebbia dell’inverno è preziosa per mantenerlo sempre morbido e umido. Ma Emilia Romagna significa anche Prosciuttificio San Francesco. Siamo a Modena dove nello stabilimento di Castelnuovo Rangone dagli anni ’40 si svolge l’attività dedicata alla lavorazione della carne suina. Dal Prosciuttificio San Francesco vengono scelte cosce selezionate di suini adulti. Il prosciutto viene rifilato e stagionato nell’unità produttiva di Castelnuovo e ZONA lo propone nei suoi punti vendita disossato, con osso, a trancio, stagionato di varie pesature.

Salendo ancora verso Nord troviamo i prodotti locali di Veneto e Lombardia, due regioni ricche entrambe di prodotti tipici e tradizioni culinarie estremamente variegate. A Salzano, Venezia, il salumificio Zampini e a Verona (ma anche nelle province di Parma, Reggio Emilia e Udine) l’intramontabile Negroni di cui ZONA propone il Salame Negronetto, la mortedella di Modena e altri salumi confezionati. Dalla Lombardia arrivano i salumi di produzione propria della famiglia Santini tra cui nella categoria degli stagionati il culatello e la culatta, quest’ultima ottenuta dalle cosce fresche di suino pesante italiano. Di Rigamonti, leader incontrastato nella produzione di bresaola con sede a Montagna, in Valtellina, nella provincia di Sondrio, l’offerta di ZONA spazia dal Fiocco della Valtellina, alla Fesa Bovina, alla bresaola punta d’anca I.g.p. al Roasbeef Rigamonti sottovuoto.

Ma è quando parliamo di vini bianchi che il Nord d’Italia s’impone con tutta la sua tradizione e ZONA non manca nella sua selezione di scegliere i vitigni autoctoni del Friuli Venezia Giulia dai quali nascono i migliori bianchi del Nord Est. Un nome su tutti l’azienda Jermann di Silvio Jermann, di Gorizia, nota per la sua produzione biologica. ZONA ha scelto il bianco Chardonnay Giulia ma anche il bianco Sauvignon Giulia e il bianco Vinnae Ribolla Gialla, da Ribolla, il più celebre vitigno autoctono del Friuli. Ancora nel Friuli anche Ca’ Tullio ad Aquileia coltiva uve autoctone. Tra i suoi classici lo Chardonnay friulano e il Pinot Grigio, altre etichette storiche a Gorizia anche di Marco Felluga. Dalla provincia di Bolzano troviamo i bianchi della Cantina Tramin e prodotti in Alto Adige, patria d’elezione del Muller Thurgau, i vini della linea Palladium di K. Martini e Sohn, azienda in località Cornaiano, a conduzione familiare dal 1979.