Approfondimenti

Curiosità e segreti dal mondo HO.RE.CA. e non solo

Felicità autunnale è sapori antichi e prodotti della nostra terra. La selezione cortissima di prodotti alimentari autunnali di ZONA

L’autunno segna la linea di ritorno ai sapori antichi e quest’anno, come spesso accade dopo periodi di incertezza e difficoltà, ancora di più l’autunno è la stagione della riscoperta del piacere di andare al ristorante. Magari con malcelata predilezione per i piatti preparati con ingredienti “fatti in casa”. In questo periodo più di sempre, la tradizione e la semplicità sono la leva promozionale su cui puntare.

Per venire incontro alle esigenze di chef che in cucina in questa stagione desiderano preparare piatti “confortevoli”, ZONA mette a disposizione a partire da questa settimana e fino al 28 novembre, un’offerta selezionata di verdure e ortaggi “dalla nostra terra”, carni da allevamenti locali, specialità di zona (affettati, formaggi, , sughi e conserve) e una selezione di vini Igt, Doc e Docg delle nostre regioni. Prodotti toscani e non solo della Toscana, ma rigorosamente di filiera locale, adatti a una idea di confort food che s’ispira a piccoli assaggi autunnali come a lunghe cene a base di zuppe fumanti e vini corposi.

Le farine di farro della Garfagnana macinate a pietra, quelle formenton e formenton rossa, prodotte da piccole aziende locali e poi la farina di castagne perché a fine pasto, una fetta di castagnaccio è il dolce di una volta e in nessun’altra stagione più che in autunno si ha il piacere di assaporarlo. I piatti coccola che faranno riscoprire il piacere di stare al ristorante partono da ingredienti genuini come le carni da allevamenti locali per piatti gustosi della tradizione toscana: il coniglio (anche disossato o a cosce), la faraona e l’anatra toscana, il piccione e la gallina per il brodo. Quando si parla di carni di suino, le parti fanno la differenza. Senza osso sono la spalla, il coscio e la scamerita, tutti in confezioni sottovuoto. Tra le novità dell’offerta di ZONA, il bosco regala prodotti come la polpa extra di cinghiale toscano congelata.

Pienza e la Val d’Orcia sono le località da cui arrivano le specialità casearie della selezione di ZONA di prodotti a filiera corta: forme di pecorino pientino fresco, pecorino stagionato toscano Dop della Val d’Orcia, la ricotta di pecora di Pienza. Da Montesansavino e da Colonnata arrivano la finocchiona e il lardo, da Prato la mortadella.

Salse e patè per il crostino toscano, per la bruschetta piccante, la salsa vin santo Calugi, i carciofi Calugi, le olive sgocciolate nella comoda confezione da 950 gr, la frutta toscana delle marmellate e delle crostate come quelle “della nonna”. Corposi e intensi sono anche i vini autunnali: da Donna Olimpia Tageto Toscana, al Bolgheri Doc Donna Olimpia, al Brunello di Montalcino Docg Bio Col D’Orcia. Per i bianchi tra le etichette selezionate il Moscato d’Asti, il Volo e il Gioia Vermentino Toscana Igt, il Nobile di Montepulciano Torcalvano.

Nel volantino di ZONA la selezione proposta è il simbolo della felicità autunnale e dell’avvolgente incontro tra prodotti della nostra terra e ritorno ai sapori delle origini (qui per consultare il volantino).