Approfondimenti

Curiosità e segreti dal mondo HO.RE.CA. e non solo

La miscelazione Nikkei comincia in cucina e finisce al bancone. La “Spirits Collection” di ZONA

La miscelazione Nikkei è sempre più apprezzata dalla nuove generazioni di consumatori. Piace ai più giovani la contaminazione tra la cultura giapponese e quella peruviana, non solo in cucina ma anche al bancone. Ricette e ricerca mirata delle materie prime riguardano non solo la preparazione dei piatti della cucina Nikkei ma anche i cocktails su cui si concentra lo stesso scrupoloso studio di ingredienti sud americani-orientali. Tanto che la scelta del drink non fa solo da corredo al piatto e alle portate che scorrono nel Menu ma ne diventa parte essenziale. Il pesce è il comune denominatore della cucina Nikkei e la predilizione per i crudités – ostriche, gamberi, ceviche e tartare di pesce – ha attirato la curiosità anche del bartender attraverso l’utilizzo di prodotti della cucina nipponica come i saké o i pregiati distillati di riso. Accade così che l’offerta e la selezione di cocktail Nikkei sempre più di tendenza, si diffonda nei sushi bar e nei ristoranti fusion e richiami l’attenzione e il gusto di un pubblico giovane e sperimentatore.

 

Ancora per tutta questa settimana e fino al 5 giugno ZONA offre una speciale selezione “convenienza” della miscelazione Nikkei. Nel volantino “Spirits Collection” di ZONA (pag. 20 e 21) troviamo tra i liquori, Vodka e Whisky giapponesi come il Vodka Nikka Coffey, il The Cita Whisky e il Tenjaku Gin; della linea dei saké il Koikawa Beppin prodotto con riso Haenuki che dona al prodotto un grande equilibrio. Questo saké infatti può essere servito ad ogni temperatura anche se Il modo più tradizionale di bere il sakè è caldo. E’ possibile abbinarlo a carne stufata o pesce grigliato se servito caldo, oppure a cibi più delicati, come sushi o tartare, se servito freddo. Lo Yuzu Kodaka è un distillato aromatizzato che prende il nome, yuzu, da tipico agrume giapponese coltivato prevalentemente nelle isole del sud. Anche questo è un saké estremamente versatile: solitamente si beve freddo come aperitivo o a fine pasto ma è prefetto anche per i cocktails o miscelato ad acqua frizzante. D’inverno può anche essere servito caldo. Tra le altre novità della selezione di ZONA troviamo Chiyokotobuki Umeshu, prodotto con saké e succo di prugna pregiato della regione di Yamagata. Va servito con ghiaccio o con soda.

 

La miscelazione a base di saké dà la possibilità di creare elegantissimi e originalissimi cocktails, perfetto accompagnamento delle tapas e di altri piatti a base di ingredienti sudamericani e asiatici. Protagonisti dei cocktails ispirati alla tradizione del Sol Levante ci sono whisky giapponese, saké, lime. Se parliamo invece di Sudamerica troviamo mezcal, rum, tequila, pisco e sciroppo d’agave, altri liquori e distillati presenti nella sezione Spiriti Caraibici del Volantino di ZONA (pag. 12 e 13).