Approfondimenti

Curiosità e segreti dal mondo HO.RE.CA. e non solo

Monkey 47, il gin della Foresta Nera

Storia

La storia di Monkey 47 inizia dopo la Seconda guerra mondiale, quando Montgomery Collins, ex ufficiale della Royal Air Force, si trasferì in Germania. Durante la sua istanza a Berlino, contribuì alla ricostruzione dello zoo, dove conobbe la scimmietta Max, una mascotte simbolo di rinascita in quegli anni di cantieri e speranza. Tra i due nacque una profonda amicizia, tanto che il colonnello decise di dedicarle il piccolo albergo che nel frattempo stava costruendo nel cuore della Foresta Nera, il The Monkey Wild. 

Il punto di svolta arriva quando l’ex militare decide di produrre un suo gin che riuscisse a unire nel suo spirito la selvaggia bellezza della nuova casa, il flavour orientale e la tradizione britannica. 

Passano gli anni e la ricetta sembra perduta fino a quando durante la ristrutturazione dell’hotel di Collins viene trovata una scatola in legno con un’etichetta decorata a mano con uno schizzo di una scimmia e le parole Max The Monkey. All’interno era riposta una lettera con il mix dei botanicals originali del gin.  

Storia incredibile che affascina Alexander Stein, allora manager di Nokia negli Stati Uniti, che nel 2008 rileva la proprietà, fonda una distilleria chiamando un fuoriclasse come Christoph Keller ad occuparsi del processo di distillazione e creazione, riportando in vita, dopo anni di ricerca e passione un Dry Gin unico con 47 botanicals: il Monkey 47. 

Oggi dalla distilleria della Foresta esce un milione di litri l’anno di gin, ma la dimensione resta artigianale: qui lavorano 25 persone in tutto, distillatori giovani, geniali e appassionati, tra luccicosi alambicchi in rame che si chiamano come le scimmie più famose della storia come la Miss Baker dello spazio o la Cheetah di Tarzan. 

Schwarzwald Dry Gin

Certo, sembra alquanto eccentrico affermare che una ricetta di gin ha il potere di unire le grandi tradizioni britanniche, le spezie dell’India e il ricco paesaggio della Foresta Nera. Eppure è proprio questa eccentricità che definisce il carattere enigmatico e avventuroso di Montgomery Collins, da cui ha origine il nostro Schwarzwald Dry Gin. La sua infanzia come figlio di un diplomatico nell’Asia orientale, la sua carriera militare tra le rovine di Berlino e la sua casa nella Foresta Nera, forniscono lo sfondo autobiografico per una ricetta che rappresenta un’audace combinazione di erbe e bacche autoctone della Foresta Nera ed esotici botanici asiatici. 

Un buon terzo degli ingredienti per questo gin speciale proviene dalla Foresta Nera e non sono assolutamente quelli che chiamereste aromi tipici del gin! In totale, 47 ingredienti selezionati con cura, preparati nell’acqua di sorgente estremamente morbida della nostra fonte della Foresta Nera, danno a Monkey 47, il cui pezzo forte è l’uso dei mirtilli rossi locali come una sorta di “arma segreta” tipica della Foresta Nera, la sua impareggiabile complessità e qualità, che trova piena espressione attraverso una sapiente distillazione e maturazione nei tradizionali contenitori di terracotta. 

Che sia in un semplice gin tonic o in un sofisticato martini o gimlet, il gusto unico e complesso di Monkey 47 è una base ideale sia per i cocktail classici che per quelli più eccentrici,  grazie al suo profumo distinto di ginepro con una nota agrumata piccante, un aroma floreale con un pizzico di spezie pepate e una complessità profonda e armoniosamente equilibrata e un finale tremendamente vivace!