Approfondimenti

Curiosità e segreti dal mondo HO.RE.CA. e non solo

No show, il cliente c’è ma non si vede. La maleducata abitudine e le tecniche per arginarla

no show

No show, termine inglese per un fenomeno diffuso e dilagante che solo una strategia ben congegnata può arginare. La maleducata abitudine di prenotare e poi di non presentarsi senza disdire, è purtroppo diffusa e non accenna a diminuire ma anzi si conferma pratica sempre più diffusa. La conseguenza di tanta leggerezza o negligenza o cattiva educazione che dir si voglia, la pagano un po’ tutti: ristoranti di alto livello non immuni dal fenomeno ma anche locali con un afflusso di clienti più alto, quali trattorie e pizzerie. Questi ultimi, caratterizzati da un più alto numero di coperti, possono permettersi di evitare la prenotazione. Ma il ristorante stellato con numeri di coperti più contenuti e con una possibilità pressoché remota di rimpiazzare all’ultimo minuto il tavolo lasciato vuoto, può ricevere un danno enorme dalla mancata presentazione che diventa per quel giorno sinonimo di mancato guadagno.

Come far fronte a questo fenomeno? Partiamo dalla semplicità da restituire al cliente nel disdire la prenotazione. La telefonata rimane il primo atto dell’accoglienza, attraverso il quale ristoratore e cliente si interfacciano per la prima volta, il mezzo in cui il rapporto umano si concretizza. Ma può non bastare a garantire il rispetto verso il lavoro altrui. L’uso di software gestionali può aiutare ad arginare il fenomeno. Ne citiamo alcuni fra i tanti: The Fork Manager, OPenTable e ResDiary, quest’ultimo capace di gestire anche uno storico dei clienti. ResDiary registra infatti anche la condotta del cliente, cosa ha mangiato, quante volte è venuto al ristorante, quando ha speso. Naturalmente questi gestionali consentono di inviare promemoria sulla prenotazione tramite email o sms così come il cliente, attraverso questi sistemi automatizzati, può essere messo nella condizione di disdire con un semplice click. La possibilità di prenotare on line è aperta 24 ore al giorno, anche quando il ristorante è chiuso. Il servizio può essere implementato anche sul sito del ristorante e sui social.

Nell’alta ristorazione l’utilizzo di software di gestione può comportare anche l’inserimento dei dati di carta di credito alla prenotazione, decisivo per il no show. Ma su questo c’è ancora molta resistenza.