Approfondimenti

Curiosità e segreti dal mondo HO.RE.CA. e non solo

Piatti d’autunno, il vino giusto al momento giusto. E il consulente ZONA per aiutare la scelta

vini autunno

Tartufi e funghi, fichi e castagne. Le pietanze autunnali sono già entrate nei Menu e tutte includono almeno uno di questi ingredienti o come semplice contorno o come condimento di primi o secondi piatti. E anche come dessert. Il vino che si sposa meglio con queste pietanze è offerta che d’ora in avanti ogni locale deve saper presentare, con accostamenti giusti al momento giusto.

Vi sottoponiamo una proposta di Menu con abbinamento di vini che in parte trovate nell’assortimento di ZONA. I migliori vini, secondo la nostra selezione, da accompagnare ai piatti di questa nuova stagione autunnale.

Menu d’autunno

Battuta di fassone con funghi porcini

Fettuccine al tartufo

Bollito misto con salsa verde

Cheese Cake di fichi

I rossi corposi come il Cannonau di Sardegna o il rosso di Montalcino si sposano bene con il sapore deciso e intenso dei funghi. Anche se ogni fungo vorrebbe il suo vino: se per i porcini vanno bene i citati Cannonau e Montalcino, per i Chiodini si sposa bene il Sauvignon e con i Finferli il Pinot Nero. L’importante è non accostare vini aspri o tannici poiché i funghi possiedono già un gusto deciso. Per i bianchi, un Verdicchio o un Pinot grigio sono il giusto abbinamento, ma anche un Fiano di Avellino.

Con un primo piatto ai tartufi piace abbinare anche il Pinot Nero e il Nebbiolo. Anche i bianchi potrebbero essere un’ottima scelta. Da provare i bianchi dell’Etna.

Con il bollito e la dolcezza della sua carne grazie alla cottura prolungata, l’accompagnamento ideale si ha con un vino dai tannini moderati e dalla buona acidità. Ottimi sono i vini delle Langhe.

Per il dessert consigliamo le bollicine e il profumo floreale e fruttato della Ribolla Gialla Brut che ben si abbina alla cheesecake e ai fichi. Per un dolce alla castagne, molto indicato è anche il Pinot bianco.

Quando si parla di abbinamento di vini, la scelta di un fornitore che sia capace di lavorare a stretto contatto con gli operatori è importante. Molti professionisti cercano sostegno nella composizione delle carte dei vini e possono trovarlo in un fornitore che metta a disposizione un consulente che insieme al ristoratore studi la carta dei vini personalizzata. A volte anche il Menu. Tra i servizi di ZONA non poteva mancare questo tipo di consulenza. Il servizio per la stesura della carta dei vini è gratuito e molto apprezzato dai nostri clienti. I consigli del nostro consulente incontrano il gradimento degli operatori del settore, non solo gestori di ristoranti, enoteche, wine bar e trattorie ma anche di pub, bar e hotel.