Approfondimenti

Curiosità e segreti dal mondo HO.RE.CA. e non solo

Pratici e “stilosi”, ecco i monouso di ZONA in carta certificata FSC e in polpa di cellulosa

polpa cellulosa

Confezioni realizzate interamente con materiali sostenibili. A Londra take away in pack fatti di alghe marine. Packaging alimentare ecocompatibile per cibi da asporto che si è imposto anche sul mercato italiano dopo l’onda lunga del delivery e dei cibi pronti. Dopo mesi di consegne a domicilio tutto depone a favore di una rinnovata attenzione da parte degli stessi consumatori molto sensibili quando si tratta di favorire azioni sostenibili. Così oggi più di prima può accadere che l’occhio del cliente chieda non solo qualità tecniche ma un confezionamento che sia anche esteticamente appetibile.

Nella gastronomia la vaschetta di alluminio continua ad essere diffusa anche nel negozio di vicinato. Ma oltre che per la gastronomia espressa, i materiali più utilizzati per le consegne da ordinazioni on line sono anche i contenitori in cartoncino al cui interno il rivestimento in polietilene (PE) crea un effetto barriera. Nei punti vendita ZONA è possibile acquistare contenitori da asporto in cartoncini con finestra o contenitori da asporto caldo in cartone mono strato (da 250, 500, 750 o 950 ml) sempre con parte a contatto con gli alimenti in PE e insalatiere in cartone monouso.

Per fritti, patatine e hamburger, i servi hamburger e pizza, i porta hot dog e i porta patatine sono forniti da ZONA nel materiale denominato CartaAmica, tutta carta o cartone che rispetta la certificazione ambientale FSC, la più accreditata al mondo, a garanzia di prodotti che provengono da foreste gestite in maniera responsabile.

Ma la frontiera del biodegradabile in Italia ha tra i suoi materiali più ricercati per le nuove tipologie di confezioni anche la polpa di cellulosa, un prodotto compostabile e naturale che trova il suo elemento di composizione principale nel legno. I piatti Fingerfood quadrati e a uovo di ZONA, il cucchiaio finger food, i piatti quadrati e rettangolari, i contenitori con coperchio a cerniera sono fabbricati con polpa di cellulosa derivata dalla canna da zucchero. Proveniente dagli scarti di produzione dello zucchero di canna, è la bagassa, tra i nuovi materiali con cui vengono realizzati materiali biodegradabili per uso alimentare. In polpa di cellulosa vengono costruiti sempre più prodotti resistenti (anche alle alte temperature, oltre i 200°) raffinati nel design e comodi e pensati appositamente per rosticcerie, gastronomie e anche pizzerie al taglio. Chi si sta attrezzando per rispondere al divieto di consumo agli oggetti in plastica monouso che diventano pericoloso rifiuto marino, può trovare nei prodotti in polpa di cellulosa un valido punto di riferimento.