Approfondimenti

Curiosità e segreti dal mondo HO.RE.CA. e non solo

Vacanzieri e prodotti tipici, l’estate è tutta per loro. Alla scoperta di valori e sapori antichi

Due elementi consolideranno il ritorno dei vacanzieri, già fenomeno acclarato per questa estate 2022, in trattorie, bar, ristoranti e agriturismi: dopo anni di restrizioni causate dalla pandemia, faranno la differenza il ritorno alla convivialità a tavola e il boom d’interesse che stanno suscitando i prodotti tipici locali da riscoprire proprio in vacanza.

Il primo è un dato che la Coldiretti ha diffuso nei giorni scorsi all’avvicinarsi della Giornata internazionale per la gastronomia sostenibile 2022 che si è celebrata il 18 giugno. In quell’occasione Coldiretti ha dichiarato che “il cibo diventa la voce più importante del budget della vacanza estiva in Italia” con un terzo della spesa turistica 2022 destinato alla tavola. Tutti quei prodotti agroalimentari come carne, pesce, vino, olio ma anche salumi e di formaggi di alta qualità e che nei due anni che ci hanno preceduto, avevano trovato una battuta d’arresto nei consumi, tornano ad essere richiesti, e a gran voce, nel fuori casa.

Poi c’è il trend dei prodotti territoriali da riscoprire che la vacanza estiva favorisce e incentiva. Non importa dove consumarli, conta che siano qualcosa di tradizionale, spuntini tipici da fare durante una passeggiata, piatti tradizionali da consumare on the go, cucina tipica da gustare al ristorante di una località nota per la sua bresaola, o per il suo olio o per il suo formaggio. Gustare, degustare e consumare e in luoghi spesso scelti per il tipo di cibo che vi si mangia. Torna la passione per l’enogastronomia Made in Italy in un paese che ha il maggior numero di specialità Dop, Igp riconosciute e vini Docg e tanti, tanti prodotti tradizionali.

Il Biroldo della Garfagnana è un prodotto di qualità dell’Antica Norceria, società cooperativa agroalimentare, un insaccato della secolare tradizione norcina della Garfagnana che il presidio Slow Food aiuta a far conoscere perché possa essere apprezzato anche oltre i confini locali. E’ un prodotto antico, uno di quelli che i vacanzieri italiani vogliono riscoprire e i turisti stranieri identificano subito con il food Made in Italy. La coppa di Parma di Bedogni Egidio Spa, è un altro prodotto tipico parmense, come il guanciale stagionato a metà; la mortadella di Prato, la pancetta arrosto di Monte San Savino, una pancetta arrosto cotta a legna prodotta dalla tipica Salumeria Monte San Savino. E ancora il pecorino di Pienza della Cooperativa Val d’Orcia, un cacio fresco di forma scodellata prodotto con solo latte di pecora; della stessa casa produttrice, il pecorino nero di Pienza, il rosso, il dolce, il pientino. ZONA offre un ampio assortimento nella sezione della gastronomia. Tutti questi prodotti raccontano storie, valori e tradizioni del territorio. Per chi è in vacanza l’esperienza del gusto è appena iniziata.