Angel Face

Presentazione

Ancora oggi presente nei ricettari internazionali, il cocktail nasce e diventa importante sulle ali di due avvenimenti storici di fama mondiale: La Prima Guerra Mondiale e il Proibizionismo Americano. Angel Face nasce in Francia (come rivisitazione del French 75) e unisce l’anima francese del Calvados allo spirito americano di origine inglese, il gin, che veniva contrabbandato nel periodo del proibizionismo. Nello specifico c’è del sarcasmo sul motivo del nome in quanto con il nomignolo “Angel Face” si usava indicare i gangster, notoriamente distinti ed eleganti clienti della vita notturna.

ZONA consiglia: Angel Face non si abbina propriamente con nessun piatto in particolare. E’ un cocktail gradevole e vellutato identificabile come drink da meditazione.

TORNA ALL'ELENCO

Cosa occorre

Come si prepara

  1. Versare gli ingredienti nello shaker con ghiaccio, agitare e versare nel bicchiere attraverso lo strainer.