French Connection

Presentazione

Insieme al GodMother e al cocktail GodFather, il French Connection chiude la triade dei Cocktail Criminali, le cui origini vengono associate ad alcuni personaggi del mondo del crimine. Possiamo affermare con certezza che il French Connection è l’ultimo cocktail della triade ad essere stato inventato. La sua nascita risale intorno agli anni 50, quando l’omonima organizzazione criminale francese dominava il mercato della droga, dalla Francia agli Stati Uniti. Come potete notare, gli ingredienti sono il Cognac (Distillato Francese) e l’Amaretto di Saronno (Liquore Italiano).Contrariamente alla sua origine “maledetta” la sua complessità aromatica è splendida, è uno dei più incredibili cocktail con il liquore amaretto: dal bicchiere risalgono profumi eterei e preziosi, speziati e dolci che si mescolano a meraviglia, ma è soprattutto al palato che mostra personalità con un gusto pieno, avvolgente e caldo, per un sano relax da dopo cena.

ZONA consiglia: con difficoltà sarà possibile godere a pieno delle caratteristiche del drink alla prima occasione. Il French Connection è uno di quei drink da centellinare, magari da provare più serate consecutivamente per trovare il giusto cognac adatto alla vostra personalità.

TORNA ALL'ELENCO

Cosa occorre

Come si prepara

  1. Versare gli ingredienti nel bicchiere colmo di ghiaccio e mescolare delicatamente.