Hamburger senza glutine

Presentazione

Il mercato del Gluten-free

Si stima che l’1% della popolazione italiana soffra di celiachia – una malattia autoimmune causata dal glutine e si evidenzia un aumento progressivo delle diagnosi (circa il 37% nel triennio 2017-2019*). Ai celiaci, inoltre, si aggiungono coloro che traggono beneficio dall’esclusione del glutine dalla loro alimentazione, come ad esempio i sensibili al glutine non celiaci e gli allergici al frumento.
*Fonte: Relazione annuale al Parlamento sulla celiachia Anno 2019

Il glutine

Il glutine è una proteina presente nel frumento, orzo, frik (grano egiziano), farro, kamut, spelta, triticale, segale e anche in tutte le loro farine e derivati. In panificazione, pasticceria, pizzeria, il glutine permette agli impasti di lievitare trattenendo gas carbonico prodotto durante la fermentazione: in questo modo il prodotto rimane morbido, fragrante e soffice.

Una necessità che diventa opportunità

Oltre all’aumento delle persone che richiedono prodotti senza glutine, si deve considerare che un celiaco viene accompagnato da altre persone, per cui si otterrà un volume d’affari maggiore.
Inoltre, inserire piatti senza glutine nel menu, porta a un vantaggio competitivo verso gli altri ristoratori, mentre l’attenzione alle esigenze nutrizionali della clientela crea un’immagine positiva verso l’esterno.

TORNA ALL'ELENCO

Cosa occorre

Come si prepara

  1. Lavorare in una bowl il macinato con l’aglio in polvere. Formare 4 burger da 150 g. Ed amalgamare il tutto Formare 4 sfere da 150 g. Cadauna e schiacciarle fino a formare gli hamburger.
  2. Rendere croccante il bacon partendo con una padella fredda, cuocere per circa 3-4 minuti per lato a fiamma medio-bassa. Una volta croccante mettere da parte in un contenitore foderato di carta assorbente.
  3. Tagliare il pomodoro ramato a fette spesse circa 3 mm, ottenendo almeno 8 fette sottili. Lavare e asciugare la lattuga.
  4. Tagliare a metà i panini e tostarli leggermente in padella. Arroventare una griglia leggermente unta e cuocere i burger per circa 3’ per lato, quindi salarli alla fine. Si consiglia di cauterizzare bene la superficie degli hamburger, sviluppando la reazione di Maillard che conferisce aromaticità e gusto alla preparazione.
  5. Posizionare le fette di cheddar sull’hamburger caldo, nell’ultima fase di cottura, perché possa sciogliersi, basteranno circa due minuti.
  6. Spalmare lo strato inferiore con un velo di maionese e adagiare sopra la lattuga ben asciutta, in quanto impermeabilizzante. Procedere stratificando nel seguente ordine: posizionare le fette di pomodori, disporre gli hamburger caldi con il cheddar, aggiungere, infine, il bacon croccante. Accompagnare la preparazione con salsa ketchup, nel caso, si può procedere a distribuire sulla base della calotta superiore del panino un velo di ketchup. Chiudere, posizionando la calotta sugli ingredienti sottostanti ed infilzare con uno spiedo di legno, in modo che tutto sia tenuto fermo dallo stesso. Servire caldo.