Hanky Panky

Presentazione

Un classico che ha anche molto d’Italia. La sua base di gin, il tipico distillato inglese, è infatti accompagnata da vermouth italiano e da qualche goccia di un ingrediente segreto: il Fernet, altro vanto della tradizione liquoristica made in Italy, molto amato dalla Coleman.

L’Hanky Panky è stato creato da Ada Coleman nel 1920 all’American Bar dell’Hotel Savoy di Londra per l’attore inglese sir Charles Hawtrey. La genesi e il nome particolare del cocktail, che in inglese può avere diversi significati, come subdolo, ingannevole, imbroglio, è stata spiegata dalla stessa autrice in un’intervista rilasciata nel 1925 al quotidiano inglese The people (oggi Sunday People): «Il compianto Charles Hawtrey era uno dei migliori giudici di cocktail che abbia mai conosciuto. Alcuni anni fa, dopo il lavoro, aveva l’abitudine di venire al bar a bere qualcosa. Con lui ho passato ore a sperimentare miscele finché non riuscivo a realizzare un nuovo drink. Una sera gli proposi di provare una mia nuova creazione. La bevve e alla fine esclamò: “Per dio, questo è un Hanky Panky, un vero imbroglio!”. Data la tale espressione di approvazione e sorpresa il drink si è portato nella storia questo nome.

ZONA consiglia: le basi amaricanti del drink riescono ad esaltare alla perfezione le caratteristiche dei formaggi caprini, salse o vellutate di zucca. Per chi ama osare troverete sorprendente la degustazione in abbinamento con tartine al burro e miele piccante.

TORNA ALL'ELENCO

Cosa occorre

Come si prepara

  1. Versare gli ingredienti nel mixing glass con ghiaccio.
  2. Mescolare gli ingredienti versare in coppetta cocktail eseguendo uno strain.
  3. Guarnire con scorza d’arancio.