Last Word

Presentazione

La storia del Last Word è piuttosto travagliata e pare che venne miscelato per la prima volta per Frank Fogarty, un famoso esponente del genere teatrale Vaudeville, un genere di commedia brillante e molto spiritosa di origine francese molto in voga agli inizi del ‘900.

Di fatto fu però, John Frizell, rinomato bartender, a dare il tocco di romanzo alla storia del drink.

L’uragano Sandy, nel 2012, fece disastri inimmaginabili che misero in ginocchio le popolazioni coinvolte. John Frizell si impegnò per la raccolta dei fondi dedicati alla ricostruzione e fu così che venne a conoscenza di un intervento di beneficienza effettuato da un tale Frank Fogarty.

Frizell capì che non poteva trattarsi solo di una coincidenza e contattò Fogarty per invitarlo nel suo locale ricostruito appunto con la sua stessa donazione. Si trattava in un avvocato e discendente della famiglia di quel Franck Fogarty che, nel 1915, sorseggiò per primo una coppa di Last Word.

ZONA consiglia: il Last Word è un bel drink di fine serata o dopo cena; vi consigliamo di abbinarlo a fine pasto in abbinamento a pasticceria secca, brigidini oppure frutta secca.

TORNA ALL'ELENCO

Cosa occorre

Come si prepara

  1. Versare tutti gli ingredienti nello shaker; shakerare energicamente ed effettuare un double strain all’interno di un bicchiere precedentemente raffreddato.