poke bowl

Pokè bowl

Presentazione

Come food tendenza era nell’aria già dalla scorsa estate, ma è da quest’anno che il pokè hawaiano, l’insalata freschissima di pesce crudo a cubetti servito nella bowl, ha definitivamente conquistato anche i nostri menu.

Pesce crudo tagliato a cubetti (questa la definizione di pokè in hawaiano) ma prima marinato in varie salse e condito a piacere.

Nasce per essere servito con tonno Ahi Tuna o pinna gialla,  ma può essere preparato anche con salmone, branzino, polpo e gamberi o altro tipo di pesce.

La pietanza va servita nelle tipiche bowls, ciotole di varie forme e colori, molto comode per mescolare il cibo all’interno e poi degustarlo.

Sul tavolo possono essere lasciati condimenti come aceto balsamico o salse piccanti per dare la possibilità ai clienti di personalizzare il piatto.

Per il vino in accompagnamento meglio un bianco e con bollicine.

TORNA ALL'ELENCO

Cosa occorre

Come si prepara

  1. La base può essere di riso, integrale anche, o quinoa e si può arricchire con verdure come carote, cetriolo, insalata ma anche legumi come i ceci o frutta esotica.
  2. Possono rappresentare ottimi condimenti il lime, le spezie e i semi di papavero, sesamo, zucca ma anche la frutta secca tostata.
  3. Il pesce si aggiunge dopo la marinatura che può essere fatta nella salsa di soia, nel latte di cocco o nell’olio di sesamo.
  4. Inutile dire quanto la garanzia di provenienza del pesce sia importante: su Professional di luglio-agosto troverete solo proposte di pesce di prima qualità a scelta tra branzino, carpaccio di salmone, polpo, crostacei e altro ancora.