Punch

Presentazione

Nato a bordo delle navi britanniche della Compagnia delle Indie Orientali, il punch deve il suo nome alla lingua indiana. “Panch” significa “cinque” e indica il numero degli ingredienti di base: acqua, agrumi, spezie, zucchero e acquavite, ben presto sostituita dal rum, ancora oggi il distillato più gettonato per la sua preparazione.

Il famoso ponce alla livornese è la versione italiana di questa bevanda vintage: preparato con rum, cognac, scorza di limone e zucchero, viene servito bollente ed è perfetto per l’inverno anche nella versione speziata all’arancia.

Proporlo in scenografici bowl e servirlo in semplici quanto eleganti calici sortirà il suo effetto.

Provare per credere.

Ecco la ricetta autentica, tratta da Cucina Vintage di Maria Teresa di Marco e Marie Cecile Ferré.

TORNA ALL'ELENCO

Cosa occorre

Come si prepara

  1. La buccia grattata di un limone di giardino tenuta in infusione per tre giorni in un decilitro del detto spirito.
  2. Mettere al fuoco l’acqua con lo zucchero e farlo bollire per cinque o sei minuti.
  3. Quando sarà diaccio uniteci il rhum, il succo degli aranci e lo spirito, compreso quello dell’infusione passato per pannolino.
  4. Filtrarlo come gli altri liquori e imbottigliatelo. Si usa servirlo acceso in bicchierini.