Raviolacci alle carni brasate al sugo di arrosto e arcobaleno di verdure

Presentazione

Ricetta dello Chef ALESSANDRO TAMBURINI – team chef dell’accademia De Gusto® di Surgital.

De Gusto® è molto più di una scuola o di una cucina: è il luogo in cui in Surgital si accoglie il nuovo, quello in cui accadono le cose. È un laboratorio a porte aperte in cui l’azienda invita clienti, fornitori e collaboratori a vedere come lavorano, coinvolgendoli attivamente in uno scambio di esperienze e competenze. L’esperienza Surgital infatti affonda le sue radici nella tradizione della cultura gastronomica italiana ma è sempre pronta a rinnovarsi e ad evolvere attraverso l’attenta analisi delle nuove tendenze culinarie e ad una tecnica unica, studiata ad hoc per ripetere il più fedelmente possibile i gesti degli chef e delle mani umane, migliorando le performance produttive senza mai rinunciare all’eccellenza di prodotto.

Protagonisti i Raviolacci alle carni brasate (specialità piemontese) realizzate nel Laboratorio Tortellini® Surgital.

Ingredienti della sfoglia: semola di grano duro, uova da allevamento a terra, acqua.

Ingredienti del ripieno: carne 40% (carne di bovino, carne di suino, carne di tacchino), brodo, Parmigiano Reggiano DOP, spinaci, sedano, carote, cipolla, pangrattato, olio di semi di girasole, vino, sale, spezie, aglio, rosmarino.

TORNA ALL'ELENCO

Cosa occorre

Come si prepara

  1. Preparare un sugo di arrosto secondo la ricetta classica.
  2. Pulire gli spicchi di aglio privandoli del germoglio e sbollentarli almeno cinque volte avendo cura di cambiare ogni volta l’acqua di cottura.
  3. Lessare gli spicchi sbollentati nel latte e passarli per ottenere una crema. Regolare di sale e pepe.
  4. Tagliare le verdure a cubetti grossolani e rosolarle in padella separatamente con olio EVO, aglio in camicia e timo fresco, rispettando i tempi di cottura di ciascuna verdura.
  5. Cuocere i Raviolacci e saltarli nel sugo di arrosto. Sporcare il piatto con qualche goccia di salsa all’aglio.
  6. Disporre i Raviolacci nel piatto e terminare con le verdure arrostite e qualche rametto di timo fresco.