vodka sour

Vodka Sour

Presentazione

Come ricordato questo cocktail nasce da una variante anglosassone, anche se più riconosciuto come americano, quindi per capire la variante alla vodka occorre conoscere un po’ la storia dei cocktail sour. Si tratta, infatti, di una categoria quella dei cocktail sour tra le più antiche che si ricordi. Con il sour inizia sostanzialmente la cultura e l’arte del mix, quindi della storia dei cocktail così come li conosciamo oggi, fu Jerry Thomas a decretarne per primo la sua connotazione riconoscibile a livello internazione. Considerato il padre capostipite della successiva generazione dei barman, fu lui che fece conoscere in tutti gli Stati Uniti non solo questo cocktail ma anche la miscelazione e la cultura del drink a più elementi.

Stiamo parlando quindi della genesi di quest’arte, dove prima di Thomas bere era solo un momento rozzo per soddisfare un’esigenza che poco aveva a che fare con il gusto. Con l’avvento dei cocktail sour tutta cambia, bere diventa sempre più un piacere e momento di aggregazione, portando classe ed eleganza all’interno dei bar, dove anche le donne potevano gustare con grazia alcolici non più grezzi e semplici ma elaborati con raffinatezza e gusto. Se vogliamo il cocktail sour non ha cambiato solo il modo di bere aprendo le porte a una nuova cultura dedicata al consumo di alcol, ma ha cambiato sensibilmente anche l’approccio con lo stesso, elevandolo un gradino sopra la classica bevuta da saloon o bettola per l’Italia

ZONA consiglia: grazie alla sua morbida base citrica si affianca benissimo all’accompagnamento di tutte le tipologie di tartare (carne e pesce) riuscendo ad abbracciare eventali particolari salse o condimenti esaltandone i punti di gusto e speziato.

TORNA ALL'ELENCO

Cosa occorre

Come si prepara

  1. Versare gli ingredienti nello shaker ed agitare senza ghiaccio.
  2. Eseguire un secondo shake aggiungendo il ghiaccio versare con un double strain nel bicchiere precedentemente freddato.